La venticinquesima ora

La venticinquesima ora. David Benioff. Neri Pozza.
La venticinquesima ora, David Benioff
Montgomery “Monty” Brogan è uno spacciatore e dovrà scontare sette anni nel carcere di Otisville. Il romanzo racconta le sue ultime ventiquattro ore di libertà tra riflessioni sulle proprie scelte di vita e l’ultimo saluto alle persone care: gli amici Frank Slattery e e Jakob Elinsky, la fidanzata Naturelle, il padre e il cane Doyle.
La venticinquesima ora, esordio di David Benioff, è una sceneggiatura travestita da romanzo, l’autore è tra l’altro lo sceneggiatore di Troy e dell’ononimo film di Spike Lee tratto dal romanzo, ma è una storia suggestiva con un finale emotivamente molto coinvolgente. Ventiquattro ore prima di essere rinchiuso in un carcere per sette interminabili anni, un uomo non può fare altro che riflettere sulla propria esistenza, i ricordi dei momenti più significativi della propria vita affiorano continuamente, si pesano le scelte fatte e in più bisogna prendere alcune decisioni essenziali: pensare a chi lasciare Doyle e soprattutto cosa fare la mattina dopo, cosa fare nella venticinquesima ora, la decisione più importante della vita di Monty Brogan.

6 thoughts on “La venticinquesima ora

  1. 1) m’ispira un totale.

    2) se Doyle è il cane, come credo che sia, dimmi subito che questo libro ha un lieto fine altrimenti col cacchio che lo leggo.

  2. …ma il finale è splendido… quello che ognuno di noi forse vorrebbe! travolta da questa storia, inizia ora il mio “mese monotematico”. mi sono già buttata su un libro di Bunker: “Feroce come una bestia”. ciao!

  3. alla fine il libro l'ho letto, ma a distanza di 5 anni, e ho anche fatto una recensione… un'altra
    quindi per correttezza: amici visitatori sappiate che ci sono 2 recensioni di questo libro.

Comments are closed.