LA FIGLIA DEL NORD

figlia-del-nordLA FIGLIA DEL NORD. Edith Pattou. Rizzoli.
Il problema di amare una forza della natura è che ti tocca stare a guardare, impotente. Ma è anche vero che ci fai l’abitudine – Neddy.”
Norvegia, sedicesimo secolo, Ebba Rose nasce in un bosco, in anticipo rispetto al tempo prestabilito, ma soprattutto nasce rivolta a nord. Sua madre, Eugenia, una donna orribilmente ignorante ossessionata dalle superstizioni, si rifiuta di ammettere che sua figlia sia nata rivolta a nord e per anni fingerà di aver dato alla luce una bambina mansueta e diligente, avuta guarda caso per compensare la morte improvvisa di una sorella maggiore. La questione dei bambini che nascono rivolti verso un preciso punto cardinale è una caratteristica della famiglia di Eugenia (dove le scaramanzia arriva ad altezze vertiginose), che avuti otto figli li ha chiamati ognuno con l’iniziale del punto cardinale verso cui sono nati. Sfortunatamente Rose (che nessuno chiama Ebba come se in fondo tutti sapessero la bugia sulla sua nascita) è una nordica sotto ogni punto di vista, mai tranquilla, mai ferma, sempre all’avventura e sempre nei guai, coraggiosa e determinata al limite della sensatezza.
Rose ha quindici anni quando un orso bianco parlante propone alla sua famiglia, ormai da tempo in disgrazia, uno scambio: Rose in cambio della guarigione di una delle sue sorelle gravemente ammalata e della buona sorte per tutta la famiglia. Animata da spirito avventuriero, affetto ed una buona dose di rabbia, Rose ovviamente accetta (non spendiamo parole superflue sul comportamento della madre Eugenia) e parte con il misterioso orso verso una destinazione ed un futuro ignoti.
La trama, ricca e succulenta, è condotta in modo magistrale e priva di cadute di tono, scritta con uno stile chiaro e un lessico ricercato e corposo. La Figlia Del Nord è un libro bellissimo, ispirato ad una fiaba norvegese intitolata “A Est del Sole e a Ovest della Luna“, che ha ispirato la storia più nota “La Bella e la Bestia“.
Una storia di ghiaccio e neve, gremita di personaggi che restano impressi nella memoria come sulla carta, dalla crudele regina dei Troll a Neddy il fratello filosofo di Rose.
È un libro di una bellezza singolare, inaspettata poiché si tratta di una favola che favola non è, da regalare cartaceo.

2 thoughts on “LA FIGLIA DEL NORD

  1. un’avventura bellissima e appassionante in un’ambientazione insolita, molto accativante anche la trovata di far raccontare la storia da tutti i protagonisti, Nedddy è sicuramente il mio personaggio preferito, le sue poesie irresistibili!!

  2. Confermo, libro piacevolissimo: bella la trama,interessanti i personaggi e scritto in modo chiaro e scorrevole, adatto non solo agli adulti.
    Un bel romanzo fiaba che ti fa tornare ai sogni e alle avvenuture del bambino che ognuno di noi ha ancora dentro di se.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*