L’AMICO IMMAGINARIO

L’AMICO IMMAGINARIO. Matthew Dicks. Giunti (formato ebook). 
Max ha 8 anni ed affetto dalla sindrome di Asperger. Soffre di fobia sociale, non sopporta di essere toccato, risponde preferibilmente alle domande dirette che prevedono risposte monosillabiche, ha regole ed abitudini ferree e non sopporta i cambiamenti. Eppure, Max è un bambino intelligente, avido lettore di libri di guerra e strategia, un personaggio che vive “tutto dentro”, per questo la voce narrante è quella di Budo, che merita di presentarsi da solo:
“Mi chiamo Budo.
Esisto da cinque anni.
Cinque anni è una vita lunghissima per uno come me.
È stato Max a darmi questo nome.
Max è l’unico essere umano che riesce a vedermi.
I genitori di Max mi chiamano l’amico immaginario.
Non sono immaginario.”

Budo è stato ben concepito (molto più di ogni altro amico immaginario presente nel libro) e, siccome non dorme mai ed è in giro da un bel po’ di tempo, ha sviluppato una saggezza semplice e peculiare. Budo sa. Sa che gli adulti non dicono sempre quello che pensano e non sempre pensano quello dicono, lui aiuta Max a relazionarsi con quella parte di mondo che rischia di mandarlo in tilt per un nonnulla, come scegliere il colore di una maglietta.
Ma soprattutto Budo sa che alcuni amici immaginari durano soltanto poche ore; sa che un giorno anche lui dovrà scomparire, dimenticato dal bambino che lo ha creato, e l’idea di non esistere più lo terrorizza e lo tormenta.
Budo è l’ombra di Max, fino a quando un giorno il suo “amico immaginante” non dichiara di avere un segreto, un comportamento inaudito che lo porta a salire nell’auto della sua maestra di sostegno.
Da quel venerdì mattina Max sparisce. Nessuno sa dove sia, nessuno tranne Budo… Budo, che nessuno vede e nessuno sente, che non può spostare gli oggetti, l’unico a sapere dove sia finito Max e perché. L’unico che può salvarlo.
Un libro davvero bellissimo. Commovente ed emozionante, divertente ed originale.

One thought on “L’AMICO IMMAGINARIO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*