PRENDILUNA

PRENDILUNA. Stefano Benni. Feltrinelli.
Prendiluna è una vecchia maestra in pensione gattara a cui è stata affidata una missione importantissima: consegnare i suoi Diecimici a dieci Giusti, l’unico modo per salvare il mondo. Inizia così un viaggio bislacco alla ricerca di persone che nel corso della sua vita ha ritenuto meritevoli, dieci personaggi che mettono a nudo le ipocrisie e le debolezze della nostra società in un finale davvero funambolico.
Erano anni ormai che non leggevo Benni ma mi sono lasciata invogliare dalle recensioni in rete che dichiaravano che fosse tornato quello di un tempo.
Del vecchio Benni, quello di Comici spaventati guerrieri o La compagnia dei celestini o anche di Saltatempo, tutti romanzi che ho amato molto, ho trovato certo qualcosa: i giochi di parole sempre azzeccatissimi, la polemica ai poteri come Stato e Chiesa, la capacità di descrivere con immagini vivide alcuni aspetti della società (gli uomini con lo sguardo sempre rivolto alla loro pozzangherina è un’immagine splendida). Per il resto la storia è veramente assurda ai limiti del fastidioso, spesso volgare e un entusiasmo iniziale, andando avanti con la lettura, è stato sostituito da una vera e propria  insofferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*